S
ilvana Sisi trae ispirazione dal mondo della pubblicità recuperando gli infiniti spezzoni dell'immaginario televisivo facendoli rivivere sulla tela attraverso una pittura intrisa di luce e di atmosfera.


Con sapiente manualità conferisce alle sue opere una poetica e misteriosa inconsistenza, ed un'impalpabilità che ricorda l'immagine elettronica da cui esse provengono attraverso il raffreddamento operato dalla presa di distanza del suo occhio pittorico.


Nell'odierno contesto delle arti visive, Silvana Sisi fa rivivere l'eterna magia del dipingere, la sua insostituibile valenza di duplicato della realtà attraverso la quale le immagini più comuni guadagnando una nuova bellezza.


Tutto ciò avviene attraverso una decisa semplificazione dell'immagine in un nitore compositivo che privilegia il piano ravvicinato, trascurando i dettagli dell'ambiente.


L'opera di Silvana Sisi non è un caso isolato ma testimonia l'attualità dei più recenti linguaggi della pittura.


Sia la tecnica che i soggetti riprodotti accomunano l'artista al filone della "Nuova Immagine Internazionale", uno dei fatti più rilevanti nel panorama artistico europeo ed americano.


La luminosa ricchezza cromatica delle opere di Silvana Sisi è il risultato di una magistrale lavorazione a spugnature con la materia coloristica esibita nella sua bellezza grazie a velature ottenute per sovrapposizioni e rifiniture a
tratteggio finissimo che richiedono grande destrezza.


I dipinti della Sisi sono basati su una gamma di colori raffinati in cui prevalgono i toni base: bianco, nero, blu, rosso, in una sottile sinfonia di gradazioni, talora fino al monocromatico o alla luce più abbagliante, in un processo analogo alla solarizzazione fotografica.


La grande arte giunge sempre da lontano ed è il risultato dell'incontro del passato col presente.


Silvana Sisi non elude quest'aurea regola: la sua metodologia esecutiva è, infatti, la rivisitazione,
con quel tanto di sperimentazione propria della pittrice di razza, di una tecnica antichissima che sta alle origini della pittura europea, la tempera all'uovo.


Il segreto della tempera all'uovo è descritto da Cennino Cennini, il "padre" della pittura medievale, nel suo Libro dell'Arte datato 1398.


La tempera all¹uovo è una mescolanza di pigmenti naturali, noti anche come terre, mescolati nel rosso dell¹uovo come legante. Questi due elementi conferiscono alle opere di Silvana Sisi la consistenza materica dei colori ad olio e la trasparenza dell¹acquerello con un effetto finale unico nel suo genere ed immodificabile nel tempo.


L'artista vive e crea le sue opere a Fano (Italy) e ad Itaparica (Bahia – Brasile).